Marzocca Re-Lab è un progetto di rigenerazione urbana della frazione di Marzocca fondato su una serie di interventi ‘leggeri’ di natura diversa e destinati alla definizione di un nuovo standard esemplare di qualità urbana all’interno di un segmento tipico della “città adriatica”.

Gli strumenti introdotti appartengono alle categorie “non-edilizie” delle iniziative culturali e sociali, degli eventi, dei workshop di partecipazione, della progettazione e dell’urbanistica tattica fatta di interventi temporanei, creazione di luoghi di aggregazione, definizione di processi in situ.

I destinatari sono tutti gli abitanti stabili e temporanei di Marzocca, poiché il programma intende accompagnare la vocazione turistica del luogo e la tradizione di accoglienza e mixitè tipiche di un insediamento collocato “tra mare e strada”.

Gli esiti dei workshop e i risultati delle indagini saranno mostrati in accordo con i partners locali e supportati dalle associazioni e dalla cittadinanza; gli allestimenti e le modalità espositive saranno oggetto di altri workshop di progettazione coordinati dalla Scuola di Architettura e Design. Il programma espositivo temporaneo avrà anche il compito implicito di individuare spazi dismessi disponibili da sottoporre a processi di riciclo/recupero/riuso, diventando esso stesso un agente attivo della rigenerazione urbana.

Il piano di comunicazione e promozione prevede la concezione e attivazione di iniziative specifiche e media differenti per realizzare un programma online e offline, con profili social dedicati e forme di interazione innovative e trasversali.

La piattaforma digitale, che già caratterizza l’agorà digitale di DMKM-278, potrà disporre di una sezione dedicata in aggiornamento costante, capace di raccogliere, mettere a sistema e condividere i contributi in un processo dinamico e interattivo, esportabile e ripetibile in altri contesti, capace di resistere alle eventuali restrizioni dovute all’emergenza da Covid-19. Il progetto si caratterizza anche come primo step di un archivio delle buone pratiche, non solo digitale ma fisico, e come ipotetico inizio di una collana editoriale tematica, in partnership con realtà marchigiane del settore. La socializzazione del progetto sulla piattaforma di comunicazione online e offline - www.mappelab.it e la rivista Mappe n.17 - potrà disporre di sezioni e spazi dedicati esclusivamente al progetto, alle sue parti, allo sviluppo incrementale.

MARZOCCA Re-Lab.

Programma per la rigenerazione sociale e urbana di una frazione costiera adriatica

Marzocca Re-Lab. è uno dei 43 progetti vincitori della III edizione di Creative Living Lab – costruire spazi di prossimità per progetti di rigenerazione urbana, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, per il sostegno di progetti multidisciplinari e di innovazione sociale, tramite un finanziamento complessivo superiore ai 2 milioni di euro. Selezionato tra oltre 1500 proposte provenienti da tutto il territorio nazionale, Marzocca Re-Lab. nasce in seno all’Associazione Demanio Marittimo.KM-278, in collaborazione con il Comune di Senigallia e l’Università degli Studi di Camerino, grazie alla volontà e l’impegno di Cristiana Colli, responsabile scientifico, e Pippo Ciorra, professionista esperto nel settore specifico della rigenerazione urbana. Costituita nel 2013, l’Associazione DMKM-278 ha come impegno statutario quello di creare infrastrutture di relazione e coalizioni capaci di favorire lo sviluppo del territorio a traino culturale. Nata dalla necessaria terzietà imposta dallo sviluppo del progetto Demanio Marittimo.Km-278 – che si svolge da 11 anni a Marzocca il terzo venerdì di luglio – ha assunto nel suo sviluppo il profilo di soggetto attivo nella ideazione e realizzazione di progetti culturali complessi, come accaduto con “Terre in Movimento”, su incarico della Direzione Regionale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche nel 2018. Marzocca, frazione di Senigallia di 3700 abitanti, si colloca tra la dimensione costiera, i fasci infrastrutturali e la prima collina. È intessuta di microimprese legate al turismo, ai servizi e ai commerci, e schiacciata tra le linee parallele dell’A14, della SS16 Adriatica, della ferrovia e del lungomare. È soprattutto un “segmento” tipico di una città fatta di sprawl costiero a bassa densità: la Città Adriatica. Consumata da un lento declino della qualità turistica e sociale e da una simmetrica crescita della condizione di periferia urbana, Marzocca è oggi lo sfondo perfetto entro cui sviluppare strategie esemplari e ripetibili, atte all’integrazione spaziale e temporale delle varie comunità locali e stagionali.

Partecipazione sociale, architettura temporanea, urbanistica tattica sono alcuni dei binomi chiave di una serie di micro-azioni di rigenerazione urbana e sociale che si esprimeranno soprattutto attraverso le residenze d’artista e tre Urban Workshop sviluppati grazie al supporto scientifico dell’Università di Camerino e il coinvolgimento degli studenti della Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno. Gli spazi stessi dei workshop – contenitori dismessi o problematici o al contrario emergenze già esistenti – si trasformeranno in luoghi di aggregazione e catalizzatori di iniziative culturali. Marzocca diventerà così il centro di una rigenerazione sperimentale e laboratoriale che coinvolge figure professionali policrome e complementari come gli architetti Luca Di Lorenzo Latini, Emanuele Marcotullio e Giulia Menzietti, il sound designer e film- maker Alessio Ballerini, l’artista Oliviero Fiorenzi, il biologo Fabio Fiori, lo chef e imprenditore creativo Moreno Cedroni, il designer Riccardo Diotallevi, la fotografa Paola De Pietri, il geografo Franco Farinelli e lo studio di graphic design ma:design. Un programma che avrà il suo climax in uno dei landmark contemporanei più attuali e operanti del territorio: il festival estivo sulla spiaggia Demanio Marittimo.Km-278 che dal 2011 esalta e convalida la vocazione balneare di Marzocca. L’edizione 2022 dell’evento fungerà da cassa di risonanza del progetto, diventando una delle vetrine attraverso cui gli abitanti – stabili e temporanei – di Marzocca interagiranno con gli esiti dei workshop, i lavori degli artisti e i risultati delle indagini. I prodotti ottenuti avranno un doppio valore: da un lato rappresenteranno la risposta concreta e operativa del progetto; dall’altro indicheranno al Comune, alle Istituzioni e agli altri operatori una strategia da perseguire ed espandere, basata su punti di forza chiari e condivisi.

Vuoi entrare nella nostra Community?