Design

Manifesto progettuale Davide Anzalone

Mappe °18


Articolo letto da 382 persone


Eccletismo
Operando in settori merceologici tra loro differenti e applicando il metodo progettuale a categorie di prodotto tipologicamente eterogenee, cerco, con il mio lavoro, di attivare connessioni concettuali, funzionali, tecnologiche e produttive per elaborare soluzioni altamente innovative e ideare nuovi scenari. Da questo approccio sono nati progetti che hanno introdotto nel mercato nuove tipologie di prodotti, creando di fatto opportunità di crescita per le aziende grazie all’applicazione della “strategia oceano blu”.

Serendipità supportata dalla ricerca
Ogni progetto nasce da un approfondito lavoro di analisi dell’azienda e di ricerca sullo stato dell’arte riguardo il settore di riferimento, il prodotto e il contesto in cui si inserirà. Soltanto immergendosi profondamente nel tema possono scaturire intuizioni e idee innovative da cui plasmare prodotti di valore per l’azienda e di senso per l’utilizzatore finale. L’obiettivo della ricerca è quindi quello di costruire una solida conoscenza che aiuti il progettista a prefigurare un futuro desiderato e migliore, e ad elaborare prodotti, servizi ed esperienze per realizzarlo.

Estetica senza firma e senza tempo
Il linguaggio estetico dei prodotti che disegno non è mai sterile stilismo. La forma è sempre il risultato di un pensiero su tutti gli aspetti che devono rendere il prodotto altamente funzionale, correttamente producibile, facilmente e universalmente utilizzabile, ambientalmente sostenibile. La forma dell’oggetto può derivare da un particolare processo produttivo, dall’uso di un determinato materiale o tecnologia innovativa, dall’ambiente di utilizzo, dall’ergonomia delle interazioni con l’utente.

Davide Anzalone

Urban Mirror

Progettato per Metalco da Davide Anzalone e Alberto Mattiello, è molto più di una collezione di arredi urbani. È un omaggio alla “selfie generation” e a tutte quelle persone che praticano la consapevolezza e vogliono guardarsi dentro per vedere al di là. Dimostra che tutto ciò che facciamo è un autoritratto e ogni momento è un diario. Incarna la capacità delle superfici riflettenti di creare linguaggi sociali innovativi e rende lo specchio – che è da sempre un fondamentale oggetto di interior design – un elemento “chiave” per ambienti esterni. Urban Mirror è progettato non solo per amplificare la bellezza architettonica o naturale dei luoghi circostanti, ma anche per portare nuova energia e promuovere l’interazione e la libertà di espressione, trasformando luoghi tradizionali in punti di incontro e rendere lo spazio urbano un “palcoscenico” per artisti di strada, eventi locali e allenamenti sportivi.

MyEqulibria

È il primo sistema di attrezzature al mondo realizzato per favorire il fitness urbano, in cui il design e l’alta tecnologia si fondono per creare un‘innovativa palestra all’aperto. Pensato per parchi pubblici, aree metropolitane e spiagge, resort, ville private, campus aziendali e universitari, beach club.

Apollo DAC

Tchernov Audio ci ha chiesto di progettare il loro primo prodotto di elettronica di consumo: il convertitore digitale – Analogico Apollo. Avendo stabilito una reputazione per la ricerca e la progettazione dei cavi audio, il cliente ha voluto trasferire gli stessi processi rigorosi nella creazione di apparecchiature audio di alto livello. L’involucro dell’Apollo DAC è stato appositamente progettato per fornire un eccellente assorbimento delle vibrazioni pur essendo estremamente robusto e fungendo da ottima schermatura per le radiofrequenze. È un dispositivo progettato con l’obiettivo di ottenere le massime prestazioni possibili e un’estetica accattivante che ne valorizzi le eccellenti qualità.Le chiusure a piano inclinato ai bordi dei pannelli della cassa rendono la sua struttura molto robusta e garantiscono una corretta riflessione delle onde acustiche ai bordi trasversali. Tutti i pannelli sono realizzati in lega di alluminio progettata per offrire un elevato assorbimento meccanico e una bassa propagazione del suono. I pannelli vengono lavorati tramite fresatura di precisione a controllo numerico ed esposti a un processo di controllo a ultrasuoni per la rilevazione di eventuali difetti interni.

Car audio

Dal 2005 ricopro il ruolo di Head of Design per i marchi Hertz, Audison e LaVoce (appartenenti al gruppo Elettromedia Spa), leader mondiali nella progettazione e produzione di sistemi audio per il settore automotive. Nello specifico mi occupo dello sviluppo del design della gamma completa di prodotti, che include amplificatori, altoparlanti, processori, sorgenti audio e componenti per l’audio professionale. Negli anni il settore dei sistemi audio per l’ambiente automotive ha visto un coinvolgimento sempre maggiore del design e della qualità estetica nella creazione del valore aggiunto del prodotto, prima considerato mero componente da nascondere all’interno dell’abitacolo dell’automobile con funzione prettamente di performance acustica. Essere responsabili del design dell’intera gamma prodotti per una realtà che esporta in 60 paesi in tutto il mondo significa definire un design language innovativo, consistente e ben delineato, che supporti la veicolazione della visione del brand e ne definisca il posizionamento all’interno del proprio segmento di mercato, con soluzioni tecnologiche ed estetiche di assoluta eccellenza.

Brick

È una pulsantiera di piano per ascensori. È dotata di pulsanti a sfioramento e display a matrice LED senza soluzione di continuità. È il primo pannello operativo al mondo realizzato da un blocco unibody di DuPont™ Corian®. L’innovazione del prodotto consiste nell’utilizzo del materiale solid surface, con le sue proprietà non conduttive e la traslucenza eterea. Queste caratteristiche intrinseche del materiale permettono di realizzare controlli touch-sensitive integrati e un display a matrice di punti senza soluzione di continuità assottigliando il materiale e quindi retroilluminando il pannello, che è visibile solo quando è operativo. Corian® è adatto a situazioni critiche dal punto di vista igienico, grazie alla sua solida resistenza alle infezioni crociate, non poroso e privo di giunture. Metodi di pulizia appropriati e accurati mantengono Corian® puro e fresco, mentre la sua composizione atossica non favorisce la crescita di germi, funghi o muffe. Questo lo rende un materiale ideale per l’uso quotidiano e anche rispettoso dell’ambiente. Il materiale inoltre offre una naturale sensazione di tocco morbido all’utente. La qualità ergonomica è ottenuta anche dalla forma concava dei pulsanti. Poiché i pulsanti frontali sono modellati da una macchina CNC, è possibile realizzare opportune cifre braille per renderlo utilizzabile anche da utenti non vedenti o comunque ipovedenti.

GOOD Design Award by Chicaco Athenaeum 2015
ADI Design Index 2016

Articoli Correlati


link to page

Pensieri

Le mie Marche

di Massimiliano Tonelli

link to page

Architettura

- Expo Dubai 2020 Padiglione Italia
Oases in the Desert

di Gianluigi Mondaini

link to page

Racconti

Un’intervista impossibile

di Luca Maria Cristini

link to page

Architettura

- Il Racconto
Giorgio Morpurgo

di Gianni Volpe

link to page

Arte / Culture

L’immagine per contatto

di Andrea Bruciati

link to page

Futuro

Buone Notizie

di Emanuele Marcotullio

link to page

Racconti

Luigi Cristini, architetto

di Luca Maria Cristini

link to page

Arte / Culture

Pittura site–specific alla Mole e quartiere Archi
link to page

Pensieri

Le mie Marche

di Enrico David

link to page

Intervista

L’Architettura Morbida
link to page

Racconti

Architettura Arte Paesaggio
link to page

Editoriale

Mappe

di Cristiana Colli

Vuoi entrare nella nostra Community?