Architettura
- Riqualificazione urbana

L’identità ritrovata

Mappe °15


Articolo letto da 17 persone


Piazza La Concordia
Lapedona


Progetto di
Civico 10


Il progetto per la riqualificazione architettonica e urbana di Piazza della Concordia di Lapedona risolve, attraverso un’operazione semplice e poco invasiva, un punto critico del paese, un’area libera, risultato spontaneo di una incontrollata espansione abitativa negli anni ’80 a ridosso del centro storico. Questo spazio pubblico mancava di identità urbana e sociale, avendo perso nel tempo la classica connotazione di punto di incontro e di convivialità quotidiana, tipica di quell’elemento urbano che è la piazza.

Il ripensare lo spazio è un atto dovuto nei confronti di coloro che per primi abitano la piazza – i lapedonesi – affinché questo luogo venga percepito come uno spazio pubblico multifunzionale, come un luogo in cui trascorrere piacevolmente il tempo, come uno spazio di aggregazione e connessione per la vita sociale collettiva. Il progetto prende spunto dall’analisi delle tracce storiche rinvenute nei vecchi catasti municipali: attraverso il riemergere dei volumi e dei vuoti urbani e attraverso una nuova organizzazione spaziale, la piazza ritorna ad essere un luogo di ritrovo per Lapedona. Riscoprendo la sua identità urbana, Piazza della Concordia diventa filtro urbano tra storico e moderno, catalizzatore sociale della vita quotidiana nella città. Lo studio delle tracce esistenti si traduce nel progetto con l’inserimento di aree verdi piantumate con alberi di diverse dimensioni che seguono le particelle dei vecchi registri catastali e richiamano la spazialità che la piazza aveva in epoche diverse.

Schizzo preliminare per l’individuazione delle aree verdi a ricordo dei pieni urbani del catasto gregoriano
Sezione
Pianta

Una pavimentazione composta da una griglia regolare uniforma l’intera superficie della piazza, richiamando, con un intervento e un materiale moderno quale il cemento, l’antico selciato del centro storico di Lapedona. La transizione tra il pavimento e l’erba non avviene bruscamente, non esiste una chiara distinzione bensì un passaggio graduale tra il verde e il costruito: le due aree si integrano e i bordi si fondono con un’alternanza di pixel di cemento ed erba.

L’arredo urbano è pensato per essere un elemento architettonico che dialoga con il resto dell’intervento. Le nuove panche prefabbricate in cemento lisciato, con illuminazione integrata, sono posizionate ai bordi delle aree verdi, per sottolineare le antiche divisioni tra le unità di vecchi edifici un tempo presenti nell’area.

La piazza è dotata di un nuovo sistema di illuminazione a LED: oltre all’illuminazione delle panche in cemento, sono posizionati faretti direzionali incassati nel terreno sotto gli alberi. Per rigenerare la superficie calpestabile della piazza e ridare decoro al campanile, sono previsti fari con speciali lenti e diffusori, dotati di appositi supporti per garantire un’illuminazione omogenea delle aree pedonali adiacenti alle aiuole. Per ombreggiare le aiuole e le sedute, ma soprattutto per riconnettere il tessuto storico urbano con il tessuto periferico prossimo e la natura circostante, vengono piantate essenze arboree di due tipi: tre bagolari, alberi alti stagionali e dalla folta chioma, e due osmanto odorosi, arbusti sempreverdi più bassi, si alternano nelle aree verdi, distribuendosi lungo il lato lungo, a creare una quinta teatrale che scopre, man mano che ci si avvicina, gli edifici storici che si affacciano sulla piazza.

Se prima Piazza della Concordia, con la sua superficie in asfalto, era semplicemente un prolungamento della strada con lo scopo utile, ma limitante, di area adibita a parcheggio, oggi rivendica il ruolo di catalizzatore sociale tipico della tradizionale piazza italiana.

Progettisti


Civico 10

Progettista

Approfondisci

Credits


Intervento

Riqualificazione architettonica e urbana di Piazza della Concordia,
Lapedona – Fermo, Italy

gruppo di progettazione

CIVICO10
arch. Andrea Stortoni
arch. Valentina Ciccotosto
arch. Francesca Marani
arch. Junior Luca Velardinelli
arch. Claudio Cardinali

committente

Comune di Lapedona

redazione del progetto

2018

realizzazione

2019

imprese esecutrici

Papa Nicola srl
Contrada Valteia
Violoni srl, Altidona
Eredi Paci Gerardo srl Corridonia
Vivai Lauri Azienda Agricola Porto San Giorgio

costo

120.000 euro

dimensione

1050 mq

foto

Valentina Ciccotosto

Vuoi entrare nella nostra Community?