Architettura
- Nuove costruzioni

Un luogo di lavoro poetico e tecnologico

Mappe °19


Articolo letto da 241 persone


Nuovi laboratori
Diatech Pharmacogenetics
Jesi


progetto di
Andrea Tabocchini Architecture
Andrea Tabocchini
Francesca Vittorini


Il progetto architettonico per i nuovi laboratori di Diatech Pharmacogenetics, azienda leader in Italia nella ricerca e nella commercializzazione di kit diagnostici per test farmacogenetici, nasce da due desideri: da un lato creare uno spazio di lavoro stimolante e sperimentale, dall’altro progettare un ambiente su misura in grado di rafforzare l’identità dell’azienda e raccontare i suoi valori. Il progetto ideato da Andrea Tabocchini Architecture è stato realizzato all’interno di uno spazio esistente di circa 1200mq, al piano terra di un edificio industriale inserito in un contesto fortemente produttivo. Il progetto preserva i tratti caratteristici dell’edificio come il pavimento prefabbricato, le colonne in cemento e la facciata vetrata; inoltre, senza adoperare modifiche alla struttura esistente, distribuisce le funzioni principali in due aree distinte: a nord il magazzino, un luogo funzionale e luminoso, mentre a sud lo spazio di ricerca, un ambiente flessibile ed innovativo.

I nuovi laboratori vetrati diventano il cuore pulsante dell’insieme: tre cubi di cristallo appoggiati su un solido basamento che li eleva fisicamente e simbolicamente. Una superficie di alluminio riflettente fa loro da sfondo, illuminando lo spazio e creando una scenografia elegante e discreta. E così questi spazi affascinanti e misteriosi – troppo spesso nascosti e non valorizzati – prendono vita e raccontano le competenze e le ambizioni dell’azienda a chiunque vi entri. Davanti ai laboratori, uno spazio a L arricchito da arredi colorati crea un ambiente di lavoro flessibile e informale che stimola creatività, confronto e interazione. In questo spazio complementare anche i materiali dei rivestimenti cambiano consistenza: i pannelli di alluminio riflettente si trasformano in lamiere stirate, introducendo una sfumatura percettiva che accosta allo spazio formale dei laboratori un ambiente di lavoro più informale. Tutti gli elementi sono dimensionati e affiancati sulla base di una griglia modulare che trasmette ordine e precisione. Anche i tagli di luce seguono questa griglia, evidenziando gli accostamenti materici più significativi. Il risultato è un luogo di lavoro innovativo capace di adattarsi alla società e al tempo: poetico e tecnologico, atmosferico e luminoso, raffinato e industriale, funzionale e rappresentativo.

Prospetto / Sezioni
Assonometria degli uffici
I laboratori vetrati, cuore pulsante del nuovo insieme

Credits


intervento

Uffici e laboratori Diatech Pharmacogenetics

progettisti

Progetto architettonico:
Andrea Tabocchini Architecture
Team del progetto:
Andrea Tabocchini
Francesca Vittorini
Progetto strutture e impianti:
Andrea Argentati
Direzione lavori:
Andrea Argentati
Direzione artistica:
Andrea Tabocchini Architecture

luogo

Jesi

committente

Diatech Pharmacogenetics

realizzazione

2022

foto

Andrea Tabocchini
Marcello Mariana

Articoli Correlati


link to page

Architettura

- Film
Softness

di Cristiana Colli

link to page

Architettura

- Expo Dubai 2020 Padiglione Italia
Il software del mondo

di Gabriele Mastrigli

link to page

Architettura

- Nuove architetture
Vista sul lago
link to page

Architettura

- Riqualificazione urbana
La nuova Piazza Pergolesi Jesi
link to page

Architettura

- Nuove costruzioni
Iconica, bioclimatica, uso ibrido
link to page

Architettura

- Ristrutturazioni
Tutte le Marche in un piccolo hotel
link to page

Eventi

- Rigenerazione sociale e urbana
Marzocca ReLab

di Cristiana Colli

link to page

Racconti

MISA 15.09.2022

di Silvia Lupini

link to page

Industrial Design

- Spalvieri&Del Ciotto
Un’idea di vita e di progetto
link to page

Architettura

- Allestimenti museali
Il museo è uno spazio onirico
link to page

Intervista

Intervista a Davide Quadrio, neo direttore del MAO di Torino
link to page

Progetti

- Marzocca Re-Lab
Moving sign

Vuoi entrare nella nostra Community?