Arte
- Tesi

Una Creatura Il sipario di Enzo Cucchi a Senigallia

Mappe °19


Articolo letto da 741 persone


Progetto di tesi di
Elisa Marchetti


Laurea Triennale in Scenografia Accademia di Belle Arti di Urbino
Anno accademico: 2021/2022
Relatore: prof. Sebastiano Guerrera


Il sipario d’artista rappresenta lo spazio che l’uomo, nel corso dei secoli, ha allestito per trasmettere le proprie idee e la propria storia, mediante il linguaggio ammaliante della pittura. Nonostante le tante innovazioni tecnologiche che oggi caratterizzano il teatro contemporaneo, rimane uno dei pochi elementi analogici e di carattere stabile al suo interno. Risulta perciò ostico immaginare di poter conservare un valore artistico e culturale creando una commistione tra antico e moderno. Tuttavia, l’inusuale sipario realizzato dal Maestro Enzo Cucchi per il Teatro La Fenice di Senigallia stravolge l’aspetto tradizionale del velario dipinto creando una stretta connessione con l’architettura del Teatro e la sua storia. Dopo oltre sessant’anni dal terremoto del 1930 che danneggiò il vecchio edificio teatrale, La Fenice venne ricostruita nella medesima area. Risorta in un politeama al di sopra di un reperto archeologico, venne inaugurata insieme al suo sipario, il 5 dicembre 1996.

La fama di cui gode l’artista, la scelta di un supporto in alluminio e gli astratti soggetti raffigurati conferiscono all’opera un “sapore” unico al mondo. In uno stato ancora embrionale, la rossa Creatura rappresenta il cuore energico e pulsante dell’intero edificio, come fosse lo spirito che governa questo luogo. La sua forma rimanda alla sagoma di una chiave, quella necessaria ad aprire un nuovo percorso. Questa sovrasta e osserva dall’alto i simboli storici di Senigallia resi, tramite l’impiego di fibre ottiche, in veri segni di luce. L’inesauribile lavoro si può tradurre, quindi, come elemento di raccordo tra un passato storico e un futuro imminente o già in corso.

Un’opera di questo calibro è stata esposta maggiormente alla critica, generando contestazioni riguardanti vari aspetti. Per una realtà ancora troppo conservatrice, non aver preservato l’antico Teatro ottocentesco significava disinteresse e incompetenza nei confronti del patrimonio culturale della città, riversando ostilità anche nell’inatteso Sipario. Gli studi condotti in questo assunto vogliono dimostrare il valore storico-culturale che l’intero complesso racchiude, nella speranza che la grande opera di Cucchi venga ripristinata nella sua globale valenza. Una seconda versione della parete metallica venne realizzata in tela di pvc ed esposta nel 1997 accanto a Balla, de Chirico, Savinio, Picasso e Paolini in occasione della mostra Sipario allestita al Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli. La fama di cui gode il museo ha permesso di espandere notevolmente il rinomato valore artistico dell’opera.

Le formelle di Enzo Cucchi

Prima formella:
La Rocca di Senigallia con i pesci disegno e versione luminosa.

Seconda formella:
Il simbolo del fregio della Rocca disegno e versione luminosa

Terza formella:
La Fenice disegno e versione luminosa

Quarta formella:
La Fontana delle Oche disegno e versione luminosa

Quinta formella:
La Campana disegno e versione luminosa

Bozzetto dipinto da Enzo Cucchi, attualmente conservato al Palazzo ducale di Senigallia
Frame della realizzazione pittorica del Sipario in pvc destinato all’esposizione nel Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli foto Silvio Argentati
Sipario del Teatro La Fenice di Senigallia

Articoli Correlati


link to page

Visual design

Viceversa vs. Viceversa
link to page

Cristiano Toraldo di Francia

Ciao Cristiano

di Pippo Ciorra

link to page

Persone

Pio Monti

di Roberto Casiraghi

link to page

Architettura

- Tesi
Terra e acqua che vivono al limite
link to page

Architettura

- Riqualificazione urbana
The Tunnel / Orto Marino
link to page

Architettura

- Racconti
Bivacco Tito Zilioli
link to page

Call for Artists

- R&T Ikigai Associazione
ART X TER
link to page

Arte / Culture

Tessuti e Lamiere Gabriele Diotallevi

di Riccardo Diotallevi

link to page

Racconti

MISA 15.09.2022

di Silvia Lupini

link to page

Architettura

- Riedificazioni
Protagonista la luce
link to page

Progetti

- Marzocca Re-Lab
Moving sign
link to page

Arte / Culture

- mostre
Immensamente Andrea Franceschini

Vuoi entrare nella nostra Community?