Architettura
- Nuove costruzioni

Semplicità formale e connessioni urbane Chiesa del SS. Crocefisso - Castel di Lama

Mappe °16


Articolo letto da 67 persone


L’edificio per il culto è l’ultima parte del grande centro parrocchiale progettato dallo studio continiarchitettura che comprende oltre alla chiesa, spazi per l’educazione e l’incontro, attrezzature sportive e ricreative dando luogo a un sistema urbano di notevole effetto comunitario. Frutto di un concorso del 2006, il progetto sviluppa l’idea di un radicamento al luogo delle strutture edilizie attraverso la disposizione volumetrica e l’utilizzo di materiali locali, relazionandosi con l’abitato con percorsi pedonali che attraversano lo spazio del sagrato che si allarga nella vasta piazza giardino. Elemento fondamentale del progetto è il percorso pedonale pubblico che attraversa il nuovo insediamento, separando i volumi della chiesa da quelli delle attività parrocchiali e suggerendo possibili connessioni urbane con le altre aree pubbliche presenti nell’intorno.

La piazza antistante il sagrato è delimitata oltre che dalla facciata della chiesa, da un semplice muro nella parte a sud e da un portico chiuso verso la strada principale. Tali limiti permettono di ottenere un senso di raccoglimento dello spazio, una dimensione più consona al vivere collettivo, al ritrovarsi di una comunità. Il campanile, posto verso la strada principale e il centro abitato, segnala con la sua altezza la posizione del centro parrocchiale al territorio circostante. La stessa chiesa è concepita come un luogo attraversabile, al cui interno sono collocati i principali spazi della liturgia: l’aula dell’assemblea, delimitata da un recinto murario a terra e da un altro sospeso alla copertura, il battistero di forma cilindrica, la cappella feriale, la sacrestia. La chiesa, con antistante un ampio sagrato che si affaccia a sua volta su una piccola piazza, è collegata al campanile dal proseguimento murario di uno dei suoi lati.

Dettaglio facciata
Sagrato

L’immagine complessiva è volutamente ricondotta a una chiara semplicità formale, dove ogni elemento mantiene comunque una sua riconoscibilità allo sguardo di chi percorre i luoghi. Le superfici murarie sono intonacate, i muri laterali della chiesa sono impreziositi da listelli in travertino collocati ogni metro e venti; il battistero immerso in una vasca d’acqua e la cappella feriale sono rivestite interamente in travertino segnalando sulla piazza l’ingresso della chiesa. Il travertino, materiale di facile reperibilità nella zona, è il materiale usato anche per le pavimentazioni interne della chiesa e del sagrato.

L’edificio dedicato al culto si caratterizza all’esterno per la grande facciata in lastre di travertino utilizzate come filtro per intravedere gli spazi interni della chiesa. L’interno accoglie un grande velario ellittico sospeso, luogo dell’assemblea e spazio della liturgia. I luoghi liturgici, fonte battesimale, ambone, altare, sede, crocefisso e tabernacolo sono disposti lungo un percorso che attraversa longitudinalmente lo spazio presbiteriale per concludersi in un giardino dove è stato collocato un ulivo. La disposizione dell’assemblea interpreta i dettami del Concilio Vaticano secondo, con la zona presbiteriale circondata dalle sedute dei fedeli a formare la sostanza del farsi “Chiesa”. L’altare e l’ambone sono collocati frontalmente nei due fuochi dell’ellisse per rimarcare la pari dignità della mensa e della parola. All’interno della chiesa le magnifiche opere artistiche in travertino di Giuliano Giuliani definiscono in modo spirituale i luoghi della liturgia.

Inquadramento
Campanile
Ingresso Centro parrocchiale
Cortile Opere parrocchiali
Planimetria generale piano terra
Chiesa Pianta piano primo
Facciata ingresso chiesa in notturna
Facciata posteriore
Sezioni e prospetti
Chiesa – Sezione AA
Chiesa – Sezione CC
Deambulatorio
Altare
Fonte battesimale e ingresso aula

Caratteristiche tecniche
Edificio di culto Struttura verticale: muratura in c.a. con cassero isolante a perdere e rivestimento in laterizio.
Struttura orizzontale: travi in legno lamellare.
Struttura velario sospeso: legno lamellare e acciaio.
Struttura facciata: telaio in acciaio.

Finiture
Pareti verticali: intonaco colorato in pasta e listelli in travertino
Facciata: lastre in travertino grezzo fibrorinforzate
Velario: telo in pvc semitrasparente
Pavimentazioni: lastre di travertino
Impianti: riscaldamento e raffrescamento ad aria

Edifici comunitari
Strutture verticali: muratura armata in laterizio
Strutture orizzontali: solai in lastre piane prefabbricate in calcestruzzo

Foto
Gianmarco Corvaro
Domenico Oddi

Credits


Intervento

Nuova Chiesa del SS. Crocefisso

Luogo

Castel di Lama, Ap

Committente

Diocesi di Ascoli Piceno

Progetto architettonico e direzione lavori

Marco Contini

Strutture e impianti

Studio Di Emidio

Opere artistiche

Giuliano Giuliani

Aspetti liturgici

Don Mario Cataldi

Parroci

Don Nazareno Gaspari
Don Luigi Nardi

Collaboratori

Alessio Brugnoli
Giambattista Premi
William Pierantozzi
Matteo Mascia
Matteo Zaccarelli

Progetto di concorso

2006

Inizio lavori

2009

Fine lavori

2019

Area lotto

15.700 mq

Impresa edile

Gabriele Gaspari – Ascoli Piceno
Enzo Reschini srl – Macerata
Artesa srl – Romano d’Ezzelino

Arredamento Sacro

La Nova sas – Morgano

Dati dimensionali

Edificio di culto: 810 mq
Edifici comunitari: 1950 mq
Superficie area di intervento: 15.700 mq

Articoli Correlati


link to page

Eventi

Presentazione
MAPPE N°16

di Cristiana Colli

link to page

Eventi

- Rigenerazione sociale e urbana
Marzocca ReLab

di Cristiana Colli

link to page

Cartoline dal Supersalone 2021

Il Supersalone è ibrido

di Francesca Molteni

link to page

Architettura

- Racconti
Sguardo plurale su De Carlo a Urbino

di Jonathan Pierini

link to page

Architettura

- Nuove costruzioni
Apparizione sulla collina

di Manuel Orazi

link to page

Architettura

- Racconti
La casa di Giancarlo De Carlo

di Emanuele Marcotullio

link to page

Architettura

- Tesi
Una Kid’s Factory sul lago
link to page

Architettura

- Ricostruzioni
A misura di bambino
link to page

Eventi

- Demanio Marittimo.km-278
Eurotopia

di Cristiana Colli Pippo Ciorra

link to page

Architettura

- Comunità
Casa Montessori Chiaravalle

di Cristiana Colli

link to page

Eventi

- Rigenerazione sociale e urbana
Marzocca ReLab

di Cristiana Colli

link to page

Arte / Culture

Pittura site–specific alla Mole e quartiere Archi

Vuoi entrare nella nostra Community?