Mappe °16 2021


Abbiamo scelto di rispettare la periodicità alterata per fare memoria della metamorfosi profonda, radicale di questi anni. La sfasatura, la dissinergia, è lo spirito di questo tempo che ha sovvertito ogni programmazione, e ha imposto al mondo connesso la distanza, al movimento la stasi. È un contrappasso feroce e inaspettato per una civiltà che ha costruito sulla simultaneità e l’interrelazione i propri immaginari, li ha incorporati nelle esperienze e nelle produzioni reali e simboliche, e ne ha fatto il proprio modello di sviluppo. La geografia azzerata dalla pandemia ci ha ricordato che la globalizzazione è quella delle culture e delle idee, delle merci e dei virus – un common ground senza confini che ci interroga, fatto di opportunità e iniquità, luoghi puntuali e immensità siderali, letture al microscopio e sperdimenti nel telescopio.
di Cristiana Colli


Download PDF


Autori presenti in questo numero


link to page
Cristiana Colli

 

link to page
Andrea Bruciati

 

link to page
Federica Ciavattini

 

link to page
Enrico David

 

link to page
Luca Di Lorenzo Latini

 

link to page
Emanuele Marcotullio

 

link to page
Alessandra Laudati

 

link to page
Giulia Menzietti

 

link to page
Francesca Molteni

 

link to page
Manuel Orazi

 

link to page
Davide Quadrio

 

link to page
Jonathan Pierini

 

link to page
Bruna Stefanini

 

Numeri precedenti


link to page
Mappe °16

2021

link to page
Mappe °15

2020

link to page
Mappe °14

2019

link to page
Mappe °13

2019

link to page
Mappe °12

2018

link to page
Mappe °11

2018

link to page
Mappe °10

2017

link to page
Mappe °9

2017

link to page
Mappe °8

2016

link to page
Mappe °7

2016

link to page
Mappe °6

2015

link to page
Mappe °5

2015

link to page
Mappe °4

2014

link to page
Mappe °3

2013

link to page
Mappe °2

2013

link to page
Mappe °1/31

2013

link to page
Mappe °0/30

2012

Vuoi entrare nella nostra Community?